giovedì 15 ottobre 2015

DEUS EX SILICO - di Frank J. Tipler

Deus Ex Silico – è un pezzo del fisico Prof. Frank J. Tipler della Tulane University di New Orleans che è reperibile nella versione originale a  http://archive.wired.com/wired/archive/8.01/god_pr.html . Per comprendere appieno la visione del mondo di Tipler ed in particolare ciò di cui egli parla in questo scritto, qui di seguito tradotto, occorre riferirsi ai suoi due celebri volumi "Fisica dell'immortalità" e "Fisica del Cristianesimo", editi in Italia da Mondadori.

Dello stesso autore si segnala anche l'articolo The Omega Point as Eschaton: Answers to Pannenberg’s Questions for Scientists (Frank J. Tipler - Zygon: Journal of Religion & Science, Vol. 24, Issue 2 (June 1989, pp. 217–253) di cui è utile riportare qui di seguito un sommario , prima ancora della lettura di "Deus Ex Silico" poichè ne può costituire una utile introduzione. Ovviamente la lettura dei testi in lingua originale è consigliabile anche perché essi sono facilmente reperibili in rete e meglio trasmettono la visione e la "spiritualità scientifica" di Tipler.

SOMMARIO di:

The Omega Point as Eschaton: Answers to Pannenberg’s Questions for Scientists
Frank J. Tipler
Zygon: Journal of Religion & Science, Vol. 24, Issue 2 (June 1989), pp. 217–253

Nell'articolo viene presentato da Tipler uno schema della teoria del Punto Omega, che è un modello per un Dio, in persona, onnipresente, onnisciente, onnipotente,  in evoluzione che è al tempo stesso trascendente  rispetto allo spaziotempo ed immanente in esso, e che esiste necessariamente. Il modello è definito "una teoria fisica falsificabile" (presumibilmente per prevenire l'obiezione popperiana), che deriva i suoi concetti chiave non da qualsiasi tradizione religiosa, ma dalla moderna cosmologia fisica e informatica; dal materialismo scientifico piuttosto che dalla rivelazione. Vengono date quattro previsioni verificabili del modello. La teoria presuppone che il pensiero sia un processo puramente fisico del cervello, e che la personalità muoia col cervello. Tipler ritiene, quindi, di aver dimostrato che la teoria del Punto Omega suggerisca una futura risurrezione universale dei morti molto simile a quella prevista nella tradizione giudaico-cristiana-islamica. Le nozioni di "Grazia" e la "visione beatifica" appaiono naturalmente nel modello.

L'articolo è reperibile al seguente link.
http://docslide.us/education/the-omega-point-as-eschaton-answers-to-pannenbergs-questions-for-scientists-by-frank-tipler.html

TRADUZIONE di :
Deus Ex Silico
Un fisico spiega perché Dio è nei chip
Di Frank J. Tipler
Entro gli ultimi decenni del 21 ° secolo, il culto della chiesa prenderà ancora la forma di lettura di brani di testi tradizionali - la Bibbia, il Corano, i Rig Veda - ma  sacerdoti-fisici presiederanno le funzioni. Essi mostreranno ai fedeli come la Parola porti gli echi della più grande scoperta della cosmologia fisica: che le leggi della fisica richiedono l'esistenza di Dio, il Paradiso, la resurrezione e la vita eterna. Tecnicamente, i fedeli saranno razionalisti scientifici perché la teologia sarà una branca della scienza. Agli scienziati è richiesto di essere scettici, ma in realtà, la fede in Dio tra 100 anni sarà come la credenza nella teoria dell'evoluzione oggi: Tutte le persone istruite accetteranno Dio come realtà.
Cosa questi colti fedeli del futuro troveranno difficile da credere, tuttavia, è la vecchia idea del 20 ° secolo di un'anima . Sarà perfettamente ovvio per loro che quello che noi consideriamo come l'essenza umana metafisica e trascendente non è altro che un particolare (e molto complicato) programma di computer che gira su una macchina di calcolo chiamata cervello. Oggi, tutti sanno che la Terra è rotonda, perché siamo in grado di viaggiare intorno ad essa. Le generazioni future sapranno che non c'è niente di mistico nel “wetware” perché entro il 2100, la legge di Moore ci avrà dato minuscoli computer quantistici abbastanza potenti per caricare un'anima umana. Fedeli timorati di Dio alla fine del prossimo secolo saranno in grado, infatti, di gioire della vita nel silicio. Si tratta di un passo necessario per realizzare il piano di Dio - per andare avanti e moltiplicarsi in tutto l'universo.
C'è solo un metodo pratico di colonizzazione interstellare: astronavi abbastanza piccole per accelerare in modo efficiente verso velocità prossime a quella della luce. I computer quantistici potrebbero codificare un'intera città simulata contenente migliaia di esseri umani in pochi grammi. Macchine di von Neumann in nanoscala - in grado di costruire qualsiasi altra macchina - completeranno il carico utile. Potenziata dall’annientamento materia-antimateria, un'astronave di 1 chilogrammo potrebbe raggiungere Proxima Centauri, la stella più vicina, in soli cinque anni. L’accelerazione sarà molto rapida perché gli esseri umani virtuali hanno bisogno di esperienza solo per la solita accelerazione di gravità 1 nel loro ambiente virtuale. La regolazione della velocità di clock del computer dell’astronave potrebbe rendere il tempo di viaggio tale che sembri più breve di un batter d'occhio.
Uploads umani hanno un tale vantaggio naturale rispetto alle persone di oggi nell’ambiente dello spazio, che è estremamente improbabile che esseri in carne e ossa saranno in grado mai d’impegnarsi in un viaggio interstellare.
Le macchine di von Neumann si avvarranno della enorme quantità di materiale - meteore, asteroidi, pianeti - presenti in tutti i sistemi stellari per costruire più macchine di von Neumann. Se il veicolo spaziale fa due copie di se stesso a Proxima Centauri da inviare alla vicina Tau Ceti e Sirius, e quelle sonde a loro volta fanno copie di se stessi da inviare ancora ad altri sistemi stellari, l'intera Via Lattea sarà esplorata e colonizzata in meno di 1 milioni di anni. In altri 10 milioni di anni, il Gruppo Locale di galassie sarà esplorato e colonizzato. In altri 100 milioni di anni, l'ammasso di galassie della Vergine sarà completamente colonizzato. La Terra sarà completamente smontata per fornire la materia prima per l'espansione della biosfera molto prima del suo appuntamento programmato con il sole in espansione dopo 5 miliardi di anni. La bellezza del processo di colonizzazione è che è esponenziale, ingolfando completamente l'universo con la vita umana originata dal computer di origine in 10 milioni di miliardi di anni da oggi.

I sacerdoti-fisici del 2100 saranno vivi per testimoniare l'inizio di questo processo e predicheranno che vicino alla fine del tempo la nostra progenie avrà trasformato ogni ultimo atomo nell'universo in macchina elaboratrice. Inoltre, questo computer-cum-universo sarà in grado di guidare il collasso dell'universo in modo da massimizzare la sua potenza di elaborazione - all'infinito. Entro la fine del tempo, questo calcolatore universale saprà tutto ciò che è possibile sapere. Se i nostri discendenti che vivono in esso sono qualche cosa come noi - un presupposto sicuro - una delle prime cose che faranno con questa potenza di elaborazione è di simulare tutto nel passato. Il primo upload di essere umano a computer del 2100 dimostrerà che una simulazione perfetta è la cosa simulata - che l'anima di silicio non ha bisogno di un corpo fisico da abitare. Così alla fine ognuno che sia mai vissuto sarà resuscitato all'interno di una macchina vivente indistinguibile da Dio. Non è incredibile quello che si può fare con spazio illimitato su disco rigido? Amen.

Nessun commento:

Posta un commento